Festa riqualificazione a Casato Nobile del Casato Corleone

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: Festa riqualificazione a Casato Nobile del Casato Corleone

Messaggio  LordEnrico il Sab Ago 06, 2011 12:30 pm

Federica. ha scritto:[rp]Federica non poteva crederci,la zia Isabella era quasi pazza quanto lei,quanto perchè la zia era all'oscuro dei guai che combinava a casa.Finito di giocare la zia le diede un dolce kissolo sul nasino e l'accompagnò nella sua stanza a preparasi,tra i vestiti che aveva portato scelse un abitino rosa.Indossato l'abito e sistemata al meglio si diresse verso la sala dove tutti gli ospiti dei Corleone era andati.La sala era piena di gente e Federica era imbarazzata,dunque si mise in un angolino ad osservare la gante che parlava e si divertiva.[/rp]


Nerlinne ha scritto:[rp]Nerli Era Partita Da Sora per andare dalla Famiglia Corleone.
Ci mise pochi giorni proprio. E arrivò a Destinazione.
La festa era già iniziata da parecchio ma non era importante.
Voleva solo salutare alcune persone. Si mise il mantello e il
cappuccio. Salì le scale quando fù fermata dal soldato.


Senza Invito non può entrare !


Nerli sorrise . . .

Con la mano fece vedere il nome . . .

Non ho bisogno caro mio dell invito. Non sono nessuno ma sono
pur sempre un ex membro della famiglia .

Fece l'occhiolino spostò la mano del soldato ed entrò . . .

Vide Elle e Conte . . . Si avvicinò a Loro . . .

Abbassò Il capuccio e sorrise mentre i due esclamarono Nerlinne Ad alta voce
[/rp]


Dafne ha scritto:[rp]Anche tu mi sei mancata…ma il più birbante dei due mi sa che sei tu!
gli disse lo zio ridendo , poi tornò serio e continuò
Ti presento mademoiselle Alessia.

Dafne con un sorriso si rivolse allora alla fanciulla

" Benvenuta , mademoiselle Alessia , spero si stia divertendo .
Spero avremo la possibilità di conoscerci meglio nei prossimi giorni."


Cominciarono a chiacchierare cordialmente .

"madame e messeri spero vogliate perdonarmi... vorrei rubarvi per qualche minuto il Visconte"

Inna si portò via l'amato zio Enri , che dimostrava di non essere affatto incolume al fascino della sua Dama .
Mentre si allontanavano Dafne si risolve a madamoiselle Alessia

"Ah l'amore ... finalmente è arrivato anche il turno del mio caro zio Enri .
Vogliamo entrare e unirci agli altri ospiti?
Ho notato che nuove carrozze sono giunte , e mi sembra anche di aver intravisto qualche volto familiare ...
non mi vergogno di ammettere che a parte i miei parenti , qui non conosco nessuno . "


Si avviarono insieme verso l'entrata , in quel momento una dama era sopraggiunta .

"Sono la contessa Almavida Borgia Ruiz de la Prada y d'Oria "

Si scusò cn Alessia e andò ad accogliere la Contessa con un inchino

"Benvenuta Contessa , mi permetta sono Dafne Corleone Hohenstaufen delle Pennìche ,
figlia di Orphan Corleone , araldo della famiglia .
E' un piacere averla tra di noi , sono certa che mio zio , il Conte di Suio ,
gradirà molto che l'accompagni personalmente al suo cospetto.
Mi permetta di precederla . "


La Contessa sorridendo seguì Dafne che la condusse all'interno del salone
dove suo zio Berengario si intratteneva con altri ospiti .
Nel vedere la Contessa si avvicinò per dargli il suo benvenuto ,
Dafne si congedò per tornare in giardino , non voleva che madamoiselle Alessia ci fosse rimasta male ,
notò allora che il cerimoniere bloccava una dama misteriosa sulla soglia .
Ma Dafne l'aveva riconosciuta ... fece un cenno ad Arnaldo che la lasciò passare .
Si sentì poggiare una mano sulle spalle e fece un salto dallo spavento .
Sua zia Isa si mise a ridere

"Zia un altro spavento così e farò felici i miei genitori , resterò qui per sempre , ma sepolta! "

"Scusa cara , non volevo spaventarti , solo salutarti ."

La risata di sua zia era troppo coinvolgente , non potè far a meno di ridere con lei .
Entrate nel salone Dafne notò la piccola Federica in un angolino e gli si avvicinò , le ricordava troppo la sua dolce Michelle.

"Piccola che cosa ne diresti se ti accompagnassi nella stanza dei balocchi ?
Ci giocavo quando ero piccina come te . Sono sicura ti piacerà tantissimo ...
oppure preferiresti ballare ? "
[/rp]

LordEnrico
Admin

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 27.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Festa riqualificazione a Casato Nobile del Casato Corleone

Messaggio  LordEnrico il Sab Ago 06, 2011 12:30 pm

Elle ha scritto:Ernesto venne avvicinato dal Visconte Dombel e dalla bella compagna Carlotta de Challant da sempre amica di Ernesto, con un grosso sorriso rispose alla cortese amica.

Cara Carlotta, è sempre un piacere vederti, come lo è vedere il caro Dombel. Innanzitutto però consentemi di porvi le mie più sincere condoglianze per la perdita della nostra amata Regina, immagino che siate molto addolorati molto di più di tutti i sudditi duosiciliani.

fece un sospirò è continuò..

E' stato gentile da parte vostra venire comunque.

Dopo i pochi secondi trascorsi in silenzio Ernesto rivogendosi ai due disse..

Vi ringrazio amici dei ringraziamenti spero che la festa vi stia davvero piacendo, abbiamo preso il miglior vino per l'occasione. E sorridendo a Carlotta bevve un sorso di buon vino insieme a loro


Federica. ha scritto:[rp]"Piccola che cosa ne diresti se ti accompagnassi nella stanza dei balocchi ?
Ci giocavo quando ero piccina come te . Sono sicura ti piacerà tantissimo ...
oppure preferiresti ballare ?"
disse una voce distogliendo Federica dai suoi pensieri,alzò lo sguardo e vide una dama sorridente dall'aspetto simpatico.Federica non sapeva che dire,era troppo timida e arrossì subito ma preso coraggio rispose "Mi piacerebbe tanto ballare ma non ho mai provato."
[/rp]


Orphan ha scritto:[hrp]La festa procedeva meglio di quanto Orphan si fosse immaginato,
per un'attimo si spaventò che tutto il vino procurato prima della partenza per il Castello non potesse bastare...

I bicchieri si riempivano, le bocche masticavano...
Altri ospiti arrivavano al Castello, Orphan si stupì nel ritrovarsi di fronte Bianca, sua grande amica Livornese.
O."Bianca, come stai?" Orphan l'abbracciò forte, "Non credevo tu riuscissi ad arrivare..." Era piacevolmente colpito dalla sua presenza, così la prese per mano e la portò a conoscere tutti i componenti della famiglia per concludere con sua figlia Dafne e sua moglie Marialisa...

Finiti i saluti Orphan guardò la moglie e le disse "Amore non arrabbiarti, ma ha fatto un lunghissimo viaggio per venire qui, è giusto che io le conceda il mio primo ballo..."
Marialisa non sembrava essere molto d' accordo, malo lasciò ballare comunque in compagnia di Madama Bianca, pur tenendole costantemente gli occhi addosso...

Orphan le raccontò del lungo viaggio fatto con la moglie al Nord dove conobbe la sua famiglia, del lavoro svolto come Araldo, del periodo felice che stava passando...
Poi venne distratto da una dama incappucciata fermata da una delle guardie di palazzo, vide la figlia avvicinarsi e fare cenno di lasciar passare,
Orphan non sapeva di chi si trattasse, da lontano non riusciva a vedere...[/hrp]

LordEnrico
Admin

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 27.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Festa riqualificazione a Casato Nobile del Casato Corleone

Messaggio  LordEnrico il Sab Ago 06, 2011 12:31 pm

Conteberengario ha scritto:Berengario, dopo essersi congedato da suo nipote Enrico e dalla giovane Alessia, si dirigeva verso la stanza da letto per riposare qualche minuto quando, girandosi, notò sopraggiungere al suo cospetto un nuovo ospite: “Buongiorno contessa....” disse rivolgendosi alla contessa Almavida Borgia Ruiz de la Prada y d'Oria che sopraggiungeva al suo cospetto “....benvenuta alla nostra festa e la ringrazio, a nome di tutta la famiglia, di aver accettato il nostro invito, la sua presenza è per noi un onore” e sorrise amabilmente...


Lordenrico ha scritto:Ehi Inna potevi aspettare qualche altro secondo no?- gli disse serio cercando di non farsi tradire dal sorriso che nasceva sempre dal stare insieme alla sua dama.

Ma non la fece neanche rispondere che richiamato dalla musica che la servitù stava offrendo ai presenti, insieme a buon vino e a prelibate pietanze, la portò nella sala.

Con la mano con cui teneva la sua la portò vicino al suo corpo e iniziò a ballare sussurandogli nell'orecchio.

La prima volta siamo stati interotti...ma è d'obbligo un ballo.....

Gli diede un dolce bacio stringendola ancor più a se....in quel momento esisteva solo la sua dama.


Elle ha scritto:Ernesto andò poi a salutare la Contessa Cammy e il marito Askor. Elegantissimi come sempre.

hey amici cari tutto bene ? E sorridendo porse due calici di vino ai due illustri ospiti.

Spero vi stiate divertendo

Dopo poco vide vicino a loro Elizabeth Ridolfi, Ernesto si avvicinò per ringraziarla di essere venuta.

Cara Elizabeth è un piacere vederti, quanto tempo guardandola da capo a piede poi continuò..

Scusami se prima non sono venuto di persona ma ero alle prese con un'amica e non potevo di certo lasciarla li. Comunque volevo ricordarti che devi venire a riprenderti Fuffy E ridendo attese risposta

LordEnrico
Admin

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 27.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Festa riqualificazione a Casato Nobile del Casato Corleone

Messaggio  Elle il Lun Ago 15, 2011 1:36 pm

Alessia ha scritto:Elizabeth vide avvicinarsi Ernesto.

Discretamente si guardò intorno. Magari riesco a evitarlo, magari riesco a evitarlo, pensò tra sè e sè. Ma nulla. Aristotele a volte sapeva essere davvero crudele.

Cara Elizabeth è un piacere vederti, quanto tempo!

Certo Ernesto, è un piacere anche per me. Rispose con tono falsamente gentile. Poi si sentì osservata. Non c'è alcun motivo per cui mi squadri, sono sempre bella e giovane, continuò poi ridendo.

Comunque vedo che la festa è organizzata stupendamente, è ovvio che hanno avuto l'intelligenza di non chiamarti in mezzo. A proposito, rinnovo anche a te i complimenti per la riqualificazione.
Per quanto riguarda Fuffy, mi ha scritto Gustavo che lo maltratti, è vero?
lo osservò con occhi sospetto.


Elle ha scritto:Ridendo rispose alla sarcastica Alessia.. Cara, la festa è frutto della famiglia, lo sai non sono avvezzo a queste cose preferisco fare altro, invece noto che il tuo caratterino è sempre lo stesso. sorseggiando vino riprese.. hai assaggiato questo vino ? addolcisce un po, ne vuoi ?

Non maltratto i cani non preoccuparti ma preferire che lo venissi a prendere. pensando a Gustavo che non si faceva mai i fatti suoi..


Alessia ha scritto:No grazie, Non ho bisogno del vino per addolcirmi. Sono già miele puro di mio. Gli rispose, forse stava diventando un pò troppo acida.

Alla fine di questa festa mi verrò a riprendere Fuffy non ti preoccupare. Non sia mai che ti debba occupare consonamente di lui!


Elle ha scritto:Ernesto rise di gusto..

Elizabeth ti aspetto allora, dopo la festa mi ritirerò a Tagliacozzo per delle questioni di famiglia, ti aspetterò, farò cucinare da Gustavo il miglior cibo cozzano, come all'inizio ti ricordi ?

Finito il vino Ernesto sentì i musici suonare..

Visto che sei venuta sola, ed io sono qui senza una accompagnatrice ovviamente, in nome della nostra vecchia storia ma attuale amicizia, posso avere l'onore di ballare con te ? le porse la mano..

Elle

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 01.08.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Festa riqualificazione a Casato Nobile del Casato Corleone

Messaggio  Elle il Lun Ago 15, 2011 1:40 pm

Alessia ha scritto:Farò cucinare da Gustavo il miglior cibo cozzano, come all'inizio ti ricordi ?

La ragazza sorrise per nascondere un conato. Non era stata forse quella una delle tante cose che l'avevano fatta scappare da quella città?

Certo, Ernesto, non vedo l'ora di poter riassaggiare quelle prelibatezze.


Visto che sei venuta sola, ed io sono qui senza una accompagnatrice ovviamente, in nome della nostra vecchia storia ma attuale amicizia, posso avere l'onore di ballare con te?


Elizabeth guardava dubbiosa la mano che le veniva porta.

Prima cosa: non sono venuta sola di mia spontanea volontà. E sei stato fortunato perchè sono l'Araldo degli Hannover e non potevo mancare.
Seconda cosa: mi pare proprio che non soffri certo di solitudine.
Terza cosa: in ricordo della nostra vecchia storia non voglio fare proprio nulla; ma se me lo chiedi per l'amicizia, accetto.


Così dicendo gli porse la mano.


Elle ha scritto:Eppure sono sempre più convinto che un po di vino dolce ti avrebbe fatto bene

Prese per mano Alessia portandola al centro della sala, muovendosi al passo guardava la giovane donna negli occhi ricordandosi del perchè se ne innamorò... dopo poco però si sentì un piede calpestato e si ricordò anche del perchè si lasciarono !

Ti verrò a trovare a Capua prima o poi, non scappi ehehe Ridacchiando lasciò Alessia al termine del ballo chinando il capo dinnanzi alla dama.


Orphan ha scritto:[hrp]Orphan afferrò sottobraccio Dafne che era voltata altrove e le chiese :
"Mi concede questo ballo Madame o adesso è troppo grande?"

Dafne si girò e accorgendosi che era il padre, le sorrise e rispose "Mai abbastanza per un ballo con mio padre"
Dopo un lieve inchino come di consueto, i due cominciarono a dondolarsi dolcemente, accompagnati dalla musica...
Si stringevano forte, O . "Mi sei mancata piccina mia..." D. "Anche tu papo"

Dopo due chiacchiere sulle storie travagliate di Dafne e i suoi capovolgimenti sentimentali Orphan la guardò con occhi dolci e le chiese :
O." Ti prego Dafne, me lo fai ancora? "

Dafne non capì subito, poi scoppiò a ridere...[/hrp]


Elenasophye ha scritto:La giornata volge al termine si stava facendo tardi e, sia pure a malincuore, dovevo andarmene,tornare agli impegni....un groppo di commozione mi ha stretto tanto forte la gola da bloccarmi, da impedirmi di girarmi e allontanarmi.
Per un attimo, mi ha sfiorato l'idea di non partire ...ma era giunto il momento di salutarci il mio corpo sta andando via ma la mia mente e il mio cuore resteranno chiusi in quella giornata. Dopo aver abbracciato Enrico,Elle,Orphan ,Conte e Dafne,ringraziandoli per l'invito e la bellissima festa ,e rinnovando le congratulazioni per il casato andò a salutare Telfusa,Ciara e Askor amici di lunga data...e tutti gli altri ospiti..
Elaine aveva fatto caricare i bagagli nella sua carrozza era tutto pronto usci dal castello l'aria era mite..una lacrima scese lungo il suo viso.


Dafne ha scritto:[rp]"Mi piacerebbe tanto ballare ma non ho mai provato."

Le rispose la piccola Federica ...

"Bè sai non è molto difficile ... " la prese per mano e la condusse al centro della sala " basta volteggiare seguendo la musica "

Le strinse entrambe le mani e le indicò i passi da fare lentamente scandendo chiaramente il ritmo

"Un , due , tre . Un , due , tre ... "

Dopo un pò di tentativi trovarono l'intesa giusta , e Federica prese confidenza con quei semplicissimi passi
che ripetuti più volte davano proprio il senso di una danza .
Erano un pò lente nel muoversi , ma si divertirono tantissimo .
La piccola Federica si impegnava seriamente , era una gioia per gli occhi .
Poi le lasciò di colpo le mani dicendole

"Stò ballando davvero ... devo farlo vedere alla zia Inna ... "

Scappò via tutta contenta , mentre Dafne la guardava sorridendo ...

"Mi concede questo ballo Madame o adesso è troppo grande?"

Suo padre giunse alle sue spalle , si voltò per guardarlo

"Mai abbastanza per un ballo con mio padre"

Mentre ballavano Dafne si domandò come mai quando era con suo padre si sentiva sempre bambina .
Sussurrandole all'orecchio suo padre cominciò a farle domande sugli ultimi travagliati eventi che l'avevano profondamente segnata .
Lei si aspettava quelle domande già da un pò .
Lo rassicurò , oramai stava bene ed era felice ... preferì non dirgli ancora nulla della persona che da poco aveva conosciuto.

" Ti prego Dafne, me lo fai ancora? "

Dafne si bloccò e guardò suo padre e scoppiò a ridere ... poi si guardò intorno imbarazzata e riprese a ballare
con un filo di voce gli rispose

"Papà ... sono cresciuta , ma che ti viene in mente ? ... e poi ti pare che davanti a tutta questa gente ti faccio muuu ? "

Scoppiarono a ridere insieme , suo padre la strinse forte a sè .
Erano felici di essersi ritrovati e di aver superato il bruttissimo periodo che li aveva un pò allontanati .[/rp]


Orphan ha scritto:[hrp]Orphan corse fuori in giardino dove la carrozza di Elanie stava per partire,
lei non era ancora salita, il viso turbato e una lacrima solcava il suo viso.
Orphan si avvicinò, l'abbraccio forte ancora, non sapeva più in quale occasione l'avrebbe rivista...

Orphan nell'abbracciarla disse : "Sei una persona importante per tutti noi, mi spiace che tu debba andare via proprio nel mezzo della festa, ci stavamo divertendo, ma capisco i tuoi impegni e non insisto..."

Thyago guardava dalla carrozza la madre che parlava con Orphan,
la musica echeggiava anche nei giardini del castello Corleonese.

O.: "Elanie, prima che tu vada via, mi concedi un'ultimo ballo?"
Lei sorrise a quella richiesta, e si avvicino avvinghiandosi delicatamente ai suoi fianchi, i due cominciarono a ballare.
Così fu per qualche minuto, poi Orphan le diede un bacio sulla fronte e dopo un'inchino che gli venne ricambiato, la aiutò a salire sulla carrozza...

Non un'altra parola tra i due, si accompagnarono con lo sguardo fino al cancello, tra i nitriti dei cavalli e il pizzicare della frusta del cocchiere sulla schiena degli stessi.
Così Orphan fu preso da un'attimo di malinconia, i due avevano lavorato assieme ed erano amici, ma sapeva, spera, che l'avrebbe rivista presto.

Orphan rientrò nella sala principale, dame e messeri danzavano allegramente e Orphan controllava assiduamente il livello del vino,
mai si dica che i Corleonesi ne son sprovvisti...
La festa procedeva nel migliore dei modi...[/hrp]


Conteberengario ha scritto:Berengario si era seduto da una parte nella sala a guardare ballare gli ospiti e i suoi familiari … non gli era mai piaciuto tanto ballare e in più pensava che ormai avesse un età troppo avanzata per ballare…

Si divertiva a vedere i suoi nipoti amoreggiare con le loro dame in quanto gli ricordavano la sua giovinezza quando era lui a fare stragi di cuori “Eccoli! si si, sono proprio dei Corleone” diceva tra se guardando i ragazzi…

Un pizzico di tristezza lo affiorò quando gli vennero in mente i suoi due figli di sangue. Avrebbe voluto tanto fossero li con lui ma, ormai da tempo, una malattia sconosciuta glieli aveva portati via uno a uno nel giro di poco tempo.

Il sorriso gli tornò subito in viso quando vide suo fratello Elle ballare con la giovane Alessia…lei gli aveva appena schiacciato violentemente un piede e gli diceva qualcosa con un viso quasi soddisfatto..

Stette li, solo, a ridere per qualche minuto..


Federica. ha scritto:[rp]Federica non poteva crederci stava ballando davvero,preso coraggio iniziò a ballare in giro per la sala ridendo come una matta,alcune volte alcune coppie la guardavano diveritite.Ad un certo punto però decise di sedersi su di una sedia vicino al grande tavolo pieno di cibarie varie,ballare gli aveva messo una gran sete e noto sul tavolo delle brocche di cristalla con un liquido rosso,lei pensando si trattasse di succo se ne versò un bicchierono ed iniziò a berlo...[/rp]

Elle

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 01.08.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Festa riqualificazione a Casato Nobile del Casato Corleone

Messaggio  Elle il Lun Ago 15, 2011 1:45 pm

Dafne ha scritto:[rp]Notando zio Berengario seduto in disparte e con aria un pò nostalgica si avvicinò e si sedette accanto a lui .

"Zio non hai idea di quanto sono stanca , e quanto ho male ai piedi ...
però non voglio smettere di ballare ..."


Si alzò dalla sedia e presa la mano di suo zio lo costrinse ad alzarsi

"Adesso tu balli con me , poi beviamo insieme un bicchiere di vino e brindiamo alla stanchezza che non avrà mai la meglio su di noi ... "

Lo trascinò dove altre coppie stavano ballando , ignorando le sue proteste
cominciarono a muoversi a ritmo di musica .
Suo zio era un ballerino molto bravo , aveva molta classe .

"Zio ma sei una scoperta ... sei davvero bravissimo , dovevo venire da te a imparare ... invece ho dovuto sopportare gli scherzi di mio padre ."

Parlarono della festa , degli ospiti che lei non conosceva , oltre a un bravo ballerino era una persona piacevole e di compagnia .
Poi si avvicinarono al tavolo dove Dafne convinse lo zio a brindare con lei varie volte .
Poi si dovette sedere perchè le girava un pò la testa , mentre suo zio se la rideva . [/rp]


Innamoratapersa85 ha scritto:Il gran ballo era iniziato e Isabella finalmente si stava godendo il momento con il suo Enrico... era persa... per lei nella stanza esisteva solo il suo innamorato... quando ad un tratto vide Berengario ballare con la dolce Dafne... Isabella fece in modo di avvicinarsi loro e con un gran sorriso si rivolse al Berengario..." carissimo o forse dovrei dire "zio?.... comunque non importa... la mia dolce sorellina ti manda i suoi più sentiti auguri e si scusa tanto di non poter esser venuta... ma per suo effetto ha mandato la figlioletta Very Happy" cosi dicendo Isabella fece un gran sorriso e riprese a ballare....

Girando per il salone in un angolo della grande tavolata Inna scorse la piccola Federica intenta a bere cosi la buona zia le si avvicinò e quando Isabella capì che la piccola stava bevendo del vino Isabella se la prese con Enrico... " cavolini perchè non hai detto ai maggiordomi di non dare del vino ad una bimba??? ora che la sente Gio quando lo verrà a sapere"....
Inna cosi dicendo si fiondò su Federica, prese il calice e lo poggiò sul tavolo per poi aggiungere :" Federica non lo fare mai più... se hai sete chiedi qui ci sono cose per grandi..." e strizzò l'occhiolino alla nipote..." ma ti immagini la mamma quando verrà a sapere che hai bevuto vino??? prima uccide Enrico e il fratello che lo ha portato dal nord... poi uccide me..." e le due scoppiarono a ridere... poi la piccola Federica abbracciando la zia disse :" uffi zia scusa... ma avevo sete ballare con quella signorina mi ha fatto venir sete... tu non c'eri... e poi quell'uomo laggiù mi ha fatto la linguaccia..." disse indicando un maggiordomo....
"piccola ma qui sei a casa Corleone se ti fanno la linguaccia non ti offendere a loro piace giocare" disse Isabella....

Risistemata la situazione Isabella prese per mano Federica si avvicinò ad Enrico e gli disse:" amore mio fai un po' di pratica balla con la piccola..." e si allontanò... anche a lei il ballo aveva messo sete...


Lordenrico ha scritto:Mentre ballavano Enrico e Inna si accorsero che seduta a un tavolo Federica era intenta al bere del vino.

Così si fiondarono da lei e dopo un piccolo rimprovero da Inna Enrico gli spiegò: "Ti ricordo che la birbante Federica non doveva esserci qui quindi il tutto è stato fatto a misura per grandi" -sorrise ai due, divertito dalla bambina che ne combinava una dopo l'altra, sembrando quasi una piccola Corleone, con tanto talento dentro e tanta voglia di divertirsi.

Mentre Inna continuava a parlare con la su nipotina Enrico notà suo zio Berengario e la bella Dafne a ridere davanti a dei bicchieri di vino.

A proposito, ancora non ho bevuto e mangiucchiato niente -pensò fra se e sè.

Così si allontanò per raggiungere i due familiari.

Arrivo subito tesoro -si congedò da Inna.

Ehilà, ma allora è davvero buono questo vino se ridete codì di gran gusto -gli disse col sorriso stampato in faccia, sapendo che non era il vino a renderli felici ma una festa così bella e la presenza di tante persone care- susu passate anche a me! -continuò rubandogli il bicchiere di vino dalle mani di dafne e sorseggiandolo di gusto.

Fu allora che intraviste la dama Alessia ballare con lo zio Elle e appena gli occhi di Enrico si incontrarono con quelli di quest'ultimo gli lanciò un'occhiolino come saluto e non solo.....erano una bella coppietta....rise fra se e sè.

Amore mio fai un po' di pratica balla con la piccola....- gli disse Inna dopo averlo raggiunto facedo avanti la piccola Federica; così il tempo di prendere un boccone dal vassoio che sembrava chiamare il Corleone disse alla piccola:

Mi raccomando, sii una brava maestra, io non so ballare benissimo mentre tu, da come ho intravisto, te la cavi benissimo -gli sorrisè e prendendogli le mani la portò a ballare a centro sala dove altre coppie danzavano.

La festa stava andando a gonfie vele, peccato stava per andare a concludersi.


Conteberengario ha scritto:"Zio non hai idea di quanto sono stanca , e quanto ho male ai piedi ...
però non voglio smettere di ballare ..."
disse la giovane Dafne a Berengario…
“Balla balla che sei giovane” rispose Berengario indicando il centro della sala.

Ma Dafne, alzandosi dalla sedia, prese la mano di Berengario è lo trascinò con forza a ballare con lei..
"Adesso tu balli con me , poi beviamo insieme un bicchiere di vino e brindiamo alla stanchezza che non avrà mai la meglio su di noi ... "

Berengario sorrise e iniziò a ballare
"Zio ma sei una scoperta ... sei davvero bravissimo , dovevo venire da te a imparare ... invece ho dovuto sopportare gli scherzi di mio padre ."
Ridendo rispose divertito “Tuo padre è un ottimo ballerino, ma nn quanto lo zio Berengario. Lui è figlio di Guglielmo che è sempre stato un polipo” sorrise pensando al fratello che non era potuto venire alla festa a causa dell’influenza che l'aveva colpito.

Dopo aver chiacchierato su ospiti e quant’altro, i due si avvicinarono al tavolo dove Dafne convinse lo zio a brindare con lei varie volte .
Vedendo la giovane Dafne seduta che lamentava un giramento di testa Berengario iniziò a ridere e prendersi gioco della ragazza “Ma su ma su che vuoi che sia un bicchiere di vino” porgendo un altro vaso ripieno di rosso alla nipote “bevi bevi che è tutta salute quello che senti” e rideva divertito di vedere la giovane un po’ brilla…


Dafne ha scritto:[rp]Tutto era stranamente traballante davanti ai suoi occhi , si sedette un momento .
Tra la stanchezza , il fatto che avesse mangiato poco o niente e tutto quel vino che aveva bevuto , per forza si sentiva un pò brilla.
Un altro goccio e sarebbe stato difficile alzarsi da quella sedia , pensava .

"Ma su ma su che vuoi che sia un bicchiere di vino”

Lo zio Berengario la stava sfidando a bere ancora ... non era da lei tirarsi indietro ma per fortuna suo zio Enri le portò via la coppa di vino

"Ehilà, ma allora è davvero buono questo vino se ridete così di gran gusto susu passate anche a me! "

Scoppiò a ridere , mai l'intervento di zio Enri era stato così tempestivo ...
Si misero a chiacchierare un pò , poi zio Berengario si diresse verso alcuni ospiti in procinto di tornare a casa , mentre zio Enri tornò dalla sua fidanzata.
Dafne si alzò in cerca di qualcosa da mangiare , era propro il caso .
Infatti appena mandato giù il primo boccone si sentì già meglio ...
Suo padre , che si poteva dire non l'aveva lasciata un istante , le si avvicinò notando il suo bel colorito rosso se la rise sotto i baffi

"... è buono il vino delle nostre cantine vero ? "

Gli rispose con una smorfia continuando a mangiare . Poi , essendosi ripresa , gli disse :

" Dai raggiungiamo zio Berengario , e salutiamo gli ospiti che stanno andando via " [/rp]


Federica. ha scritto:[rp]Federica non riusciva a stare seria,al centro della sala ballava con Enrico ma ogni volta scoppiava a ridere senza ragione,inoltre iniziava a sentire come un lieve giramento di testa che però gli permise di continuare a divertirsi,ad un certo punto si appoggiò al petto di Enrico esausta "Enrico dici che se dormo qualche oretta è scortese?" disse tenendo gli occhietti chiusi..[/rp]


Innamoratapersa85 ha scritto:Isabella chiaccherava con gli ospiti e sorseggiava con loro del buon vino quando si accorse che la piccola Federica era tra le braccia di Enrico cosi si avvicinò loro e vide la piccola sonnecchiare...
"Amore dalla a me la porto nella sua stanza e la metto a ninna cosi riposa meglio... è stata una lunga giornata anche per lei" disse Isabella prendendo la piccola dalle braccia di Enrico poi aggiunse:" dici che se chiedo a una cameriera di sorvegliarla si arrabbia? non è che andresti tu... in fondo è casa tua non mia..." disse guardando l'uomo con gli occhi dolci.
Inna portata Federica in camera e sistemata a dovere scese di nuovo nel salone voleva godersi fino all'ultimo la festa...
Nel salone seduta ad un tavolo vide Dafne che si teneva un po' il capo e rideva di gran gusto cosi le si avvicinò e potè notare i numerosi calici di vino... ormai vuoti...
"Ehi amica mia che fai brindi da sola? e io?... non abbiamo ancora brindato alla nostra amicizia e al fatto che anche se lontane ci vogliamo lo stesso bene" disse Isabella guardando l'amica, cosi prese due calici dal vassoio e datone uno a Dafne brindarono...

A loro si avvicinarono anche Enrico e Berengario i quali preso anche loro un calice dissero:" brindiamo a noi... e alla buona riuscita della festa!! " Isabella però con lo sguardo cercava ancora una persona che in quei giorni non era ancora riuscita a salutare...Enrico la conosceva bene cosi le prese una mano... gli e la baciò e le disse: " So chi cerchi tesoro... tranquilla vedrai che arriverà... e che potrai complimentarti con lui di persona..."


Lordenrico ha scritto:Notato che la piccola Federica cominciava a sonnecchiare poggiandosi sul suo corpo decise insieme a Inna di portarla in camera.

Così salite le scale Inna la sistemò a dovere nel letto ed Enrico assicurò che una delle badanti di palazzo la tenesse sott'occhio.

Scesi sotto i due si lasciarono ed Enrico si intrattenne un pò con gli ospiti presnetandosi e facendo nuove e belle conoscenze.

Ritornato da Inna capì dal suo sguardo chi cercava.
Così le prese una mano, gliela baciò e le disse: " So chi cerchi tesoro... tranquilla vedrai che arriverà... e che potrai complimentarti con lui di persona..."

Dopo un altro bacio affettuoso si avviò verso la porta per salutare i primi invitati che si avviavano verso propria dimora.


Conteberengario ha scritto:La festa stava giungendo al termine e Berengario, salito nel palco, richiamò l’attenzione dei presenti “Messeri e dame” disse dopo aver attirato l'attenzione con il battito delle mani “A voi presenti, ma anche a chi ci ha già salutato, va il mio ringraziamento e quello di tutta la mia famiglia, per aver partecipato e reso ancor più bello questo nostro giorno di festa familiare. Il casato Corleone vi ringrazia tutti per averci onorati della vostra presenza sperando di avervi fatto vivere un giorno felice e divertente come voi lo avete fatto vivere a noi.” Con un inchino Berengario salutò gli ospiti e girandosi verso la servitù disse “che venga servita la cena a tutti gli ospiti” facendo segno agli ospiti di passare nella sala dove erano stati preparati i tavoli dove si sarebbe servita la cena.

Elle

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 01.08.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Festa riqualificazione a Casato Nobile del Casato Corleone

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum